Periodico di Notizie Comunali e Culturali del Centro Occitano di Cultura "Detto Dalmastro" Edizione online














Pagine in movimento
Il Castelmagno
POESIE
27 APRILE 1944
Don Enelio Franzoni
JACOU CHOT
TURISMO
Appelli e Solidarietà
L’OCCITANIA ESISTE

CIAO GIANNI
Webcam sulla
Conca di Chiappi
e alla Rocca Parvo
CHASTELMANH
Paìs Ousitan
Ousitanio que es acò’
(cos’è l’Occitania)
Ecomuseo e laboratorio
Etnografico permanente
di Narbona
ADOTTA UN NUMERO
DE LA VOUS


 
 SOUN MANCÀ

Chiappi Dopo una lunga malattia è mancato il 25 gennaio all’età di 83 anni il Cav. Giacomo Isoardi (Jacou Chot).Lascia la moglie Caterina (Rinuccia) Viano e la figlia Elsa. Jacou è stato una figura importante per Castelmagno, sia per aver ricoperto dal 1970 al 1987 incarichi di responsabilità a livello comunale (vice sindaco, assessore e consigliere) e per la sua capacità imprenditoriale in campo agricolo. Jacou era molto conosciuto e stimato. Per anni ha contribuito allo sgombero neve delle strade comunali. Con Gianni De Matteis ha promosso il rilancio di Castelmagno e del suo formaggio di cui era uno dei produttori più qualificati. Ha sempre seguito con professionalità le opere pubbliche: paravalanghe e rimboschimenti che hanno reso percorribile in sicurezza il tratto Campomolino-Santuario. E’ stato insignito per tutti gli impegni e la dedizione profusa con il titolo di Cavaliere della Repubblica e della Fedeltà Montanara.
Il rito funebre si è svolto domenica 27 gennaio al Santuario di San Magno, alla presenza di numerose autorità, amici e conoscenti ed è stato officiato dal rettore don Ezio Mandrile. La salma riposa ora nel cimitero di Chiappi.

Chiappi E’ mancato improvvisamente a Cherasco, all’età di 41 anni il 21 dicembre 2007 Costantino Martini figlio di Olga e Manhou dal Preire. Lascia le sorelle Marina, Franca e parenti tutti. La salma è stata tumulata il 27 dicembre nel cimitero di Chiappi adiacente al Santuario di San Magno.

Palazzolo Sull’Oglio (BS) Il 30 ottobre 2007 all’età di 79 anni è mancato Isidoro Belotti papà di Sergio e Luciano che a Castelmagno hanno svolto il servizio civile. Lascia la moglie Emma Frattini le nuore Maura e Chiara, i nipoti Luca, Stefano, Elisa, Marta e Silvia. Isidoro lo ricordiamo a Castelmagno per il contributo dato per il nuovo municipio, i lavori di idraulica e di manutenzione, la disponibilità e la simpatia verso la collettività. Lascia un profondo vuoto in coloro che lo hanno conosciuto e apprezzato.

Saluzzo-Riolavato-Castelmagno Il 15 novembre è mancata a Saluzzo Margherita Galliano nata nel 1920. La notizia è resa nota dai servizi demografici del Comune di Saluzzo (CN).

Valliera-Caraglio Il 13 marzo, all’ospedale Santa Croce di Cuneo, dopo breve malattia è scomparso Lorenzo Demaria di 71 anni. Lorenzo è stato negli anni 60-70 messo comunale di Castelmagno e tutti lo ricordiamo con affetto e simpatia per la sua professionalità e disponibilità. Lascia la moglie Iolanda, le figlie Luigina, Ornella e Claudia, i generi e i nipoti. Il funerale si è svolto il
15 marzo nella Parrocchia di S. Ambrogio del Colletto.

10° ANIVERSARIO
Dieci anni fa mancava dopo lunga malattia l’amico Costanzo Martini, obiettore di coscienza a Castelmagno e fondatore della casa editrice “Primalpe” di Boves, giornalista e operatore culturale.
“Seppellite questo corpo dove che sia, senza darvene pena. Di una cosa sola vi prego: ricordatevi di me, dovunque siate, innanzi all’altare del Signore”. Sant’Agostino, Confessioni, libro IX. Costanzo è stato ricordato con una messa a Valgrana e a Boves. Una lapide nel cimitero del Santuario di San Magno a Chiappi, lo ricorda.

ARVEIRE GIANNI
Il 7 gennaio del 2007 Gianni De Matteis ci lasciava, senza la possibilità di salutarlo, ringraziarlo per tutto quello che ha fatto, in silenzio, in punta di piedi, senza una parola, forse, chissà quante cose avrebbe ancora voluto dirci, però la malattia non gli ha dato scampo, un male definitivo.
Gianni, il sindaco, il giornalista, il promotore di mille battaglie per la gente di Castelmagno, il primo sindaco d’Italia ad abbracciare la causa dell’obiezione di coscienza e il fondatore de “La Vous”.
La redazione lo vuole commemorare attraverso due testimonianze: di Gianni Martini, collega giornalista de “La Stampa” e direttore dell’Associazione Primalpe - Costanzo Martini e quella di Daniele De Bortoli obiettore di coscienza

Il 5 marzo 2007 scompariva all’età di 93 anni monsignor Enelio Franzoni, cappellano militare, amico e cittadino onorario di Castelmagno per le benemerenze acquisite quando negli anni 70 ha promosso per diversi anni la trasferta estiva dei giovani della sua parrocchia di Santa Maria delle Grazie di Bologna nel nostro paese dove hanno prestato preziosa assistenza e lavoro manuale in particolar modo a Chiappi e a Chiotti.

20ennale della scomparsa di Aldo Viglione
1988-2008. Aldo Viglione, cittadino onorario di Castelmagno, ci lasciava vent’anni fa. Non possiamo dimenticare l’opera del grande Presidente della Regione a favore di Castelmagno, della montagna povera e delle aree emarginate. Castelmagno per Viglione era il “grido della montagna”. Il simbolo della rinascita, la punta di un iceberg di una grande fetta del Piemonte da sempre relegato in un cantuccio, senza voce. Viglione colse questa nostra peculiarità e ci elesse grido, grido della montagna povera. A distanza di vent’anni lo vogliamo ricordare per questa sua caratteristica, oggi purtroppo impensabile e irripetibile in altri personaggi politici, tanto che i nostri problemi sono ancora quelli, però senza voce.

Il Comune, il Centro Occitano di Cultura Detto Dalmastro, La Vous e i castelmagnesi rinnovano le commosse condoglianze alle famiglie in lutto assicurando l’affettuoso ricordo dei loro cari.



 COUMPLEAN (Compleanno)


Campofei Il 21 febbraio il nostro concittadino Costanzo Martino (Coustans D’Tanolou) ha raggiunto il ragguardevole traguardo degli 88 anni.
Costanzo, che ha preso parte a cinque campagne di guerra: Francia, Albania, Grecia, Iugoslavia e Russia, è l’ultimo testimone della seconda guerra mondiale.

Campomolino - Il 16 marzo ha compiuto 89 anni la nostra concittadina Rita Bodrone (Rita d’la Posta): figura simbolo di Castelmagno, ha retto l’ufficio postale per 33 anni, dal 1953 all’aprile del 1986 ed è stata una colonna portante della redazione de “La Vous”.

Auguri vivissimi ai nostri due concittadini dal Centro Occitano di Cultura Detto Dalmastro, La Vous e dagli amici di Castelmagno.

I lettori sono invitati a farci pervenire tempestivamente le segnalazioni sugli avvenimenti famigliari che volentieri pubblicheremo


Copertina Dal Comun Dachapuiachabal Manifestazioni Chivaechiviene Rassegna stampa Proverbi Storie Lettere Archivio
 

LA VOUS DE CHASTELMANH
Redazione

P.za Caduti, 1 - 12020 Castelmagno (CN)
E-mail:
lavous_de_chastelmanh@hotmail.com