Periodico di Notizie Comunali e Culturali del Centro Occitano di Cultura "Detto Dalmastro" Edizione online













Pagine in movimento
il Castelmagno
Rescountrar Castelmagno
La festa di Paratge
La BAIO de S. Manh
Monica
 


Centro occitano di Cultura "detto Dalmastro"

 
 
Dall' Argentina


Cari amici,
scrivo questa lettera per informarvi che sono stato in vacanza a Chiotti nel 1994 e nel 1996.
Ho sempre desiderato ricevere il vostro periodico "La Vous de Chastelmanh", perché per me Castelmagno è il più bel paese della regione Piemonte.
Sempre ricordo il vostro formaggio Castelmagno che è proprio buono. Per favore fatemi avere le istruzioni per ricevere la Vous via posta aerea. Io ho dei cugini a Chiotti che abitano a Centallo e tutti i fine settimana andavamo sulla montagna per ammirare la natura.
Tanti saluti a tutti voi e un forte abbraccio dall'Argentina.

Gabriel Oreste Gribaudo, Cordoba (Argentina)

Ho visitato il Museo del Colletto


Sono venuta a visitare il vostro museo di Colletto e mi sono trattenuta anche in una lunga e utile chiaccherata con il vostro sindaco. Purtroppo al museo ho comprato solo il catalogo e non la favola, non conoscendone il contenuto che invece potrebbe essere utile per la mia tesi su San Magno.
Potrei richiederne una copia?
Il mio nome è Sara Caron, vi sarei grata se mi informaste come ottenerne una copia.

------------------------------------------------
Alla gentile amica astigiana abbiamo subito provveduto a inviare una copia de
"La Manzeta" in omaggio.

Una attenta lettrice


Sono una vostra lettrice contenta e curiosa di sapere tutte le notizie che trovo nel giornalino. Quelle che ho lette dell'ultimo numero mi invitano a farvi tanti auguri in particolare per il formaggio onore della vostra terra e buono veramente. Tenete preziosi i segreti con cui lo fate così buono, mica per niente va a finire anche in America. Poi leggo di una nuova farfallina scoperta nel vostro paese, forse un buon pranzo per le rondini che si trovano ancora nel cielo di Castelmagno e quindi l'apertura della casa Alpina di Cervasca che porterà persone in cerca di tranquillità. Ho letto con interesse quanto pubblicato sulla Baio che io mi immagino sia una sfilata di personaggi storici, ma non di carnevale. Quindi i racconti degli anziani delle borgate perché così era la vita tanti anni fa un pò ovunque, come quello che scrive il nonno di Francesco e se al giorno d'oggi sembra drammatica era la situazione di quei tempi.
Ho anche letto con interesse il racconto raccolto dal professor Giovanni Martini.
Tutto questo vi ho detto perché il giornalino lo leggiamo insieme io e la mia vicina che è un pò delle vostre parti e se gentilmente gli potete anche inviare una copia a lei.
Da parte mia voglio solo ringraziarvi e augurarvi buone vacanze e se vi è possibile vi chiedo una cartolina del santo e del suo Santuario.

Salute a tutti, Alda Garza, Torino

Dal Nord-Ees del Brasile: Ricordo le bell camminate a Castelmagno


Carissima La Vous,
da alcuni anni ricevo in Brasile il periodico.
Di passaggio in Italia, a settembre 2001,sono stato a Castelmagno per mettermi in contatto...sono stato in municipio, ma non mi è stato possibile trovare persone del giornale. Sono contento di riceverlo. Quando adolescente, assistente delle colonie di Canale a Pradleves, camminavamo a piedi fino al Santuario, o al Tibert, o al Colle del mulo e Pian di Bandia. Ero e sono molto amico di don Bruno. Questi luoghi sono rimasti per me una delle riferenze piu grate in Italia, come dal Viso al Monterosa...luoghi ancor più amati dato che vivo oggi nel Nordest brasiliano secco e senza montagne.
A chi debbo dire grazie per il periodico? Continuate a mandarmelo.
Vi comunico una constatazione molto forte: quanta poca neve e quanto poche acque anche nell'arco alpino ...anche il Grana, il Maira, il Varaita, ecc.
Per adesso un saluto 

Mons. Luis Pescarmona

Da Ferrara


Si ringrazia sentitamente per il dono dell'opera Manzeta, di una copia del periodico La Vous de Castelmanh e di alcune cartoline per la biblioteca del nostro Centro di Documentazione Etnografica e Storica del Comune di Ferrara.

Gian Paolo Borghi

Adriano ci scrive da Los Angeles


Caro Gianni,
anche se non sono più a Castelmagno ricevendo la Vous mi sento sempre partecipe. Spero tu stia bene e sempre pieno di energie come quando la prima volta mi hai ricevuto in municipio prospettandomi di lavorare nella squadra forestale (ti ricordi ?). Penso che fra tutti quanti abbiamo creato una tale montagna di idee, di sogni, di energie sicuramente non comuni e che varrebbe la pena di rileggere con attenzione. Tutto quel movimento gravitò nel bene e nel male attorno alla tua figura e al tuo carisma! Pertanto compagno di speranze ti invio i miei più calorosi saluti.
Ciao!

Adriano Sevega, Los Angeles (USA)

Quando raccoglievo Mirtilli e Fragole a Campofei


Cara Vous,
da una settimana mi è giunto "Rescountrar Castelmagno". Il libro è stato letto con molto interesse e attenzione e vi dirò che la lettura mi ha un po' immalinconita perché mi ha fatto rivivere la vita di sacrifici dei miei genitori. Eppure in mezzo a tante sofferenze, a tanti lavori oltremodo gravosi-mi sono detta-avranno avuto anche i loro momenti di serenità e di gioia. Io, bambina, passavo nei mesi estivi a Campofei delle belle e spensierate giornate aiutando la mamma nei suoi lavori e andando nei giorni festivi con le amichette a fare lunghe passeggiate per raccogliere fiori, fragole e mirtilli. I fiori avevano tinte meravigliose e le fragole e i mirtilli erano veramente squisiti. Ringrazio tutti voi per le gentili parole di amicizia che avete avuto nei miei riguardi.
Ricordo sempre con nostalgia Castelmagno, che difficilmente rivedrò. Saluti a tutti e tante cordialità.

Prof.ssa Margherita Martino, Novara



Copertina Dal Comun Dachapuiachabal Manifestazioni Chivaechiviene Rassegna stampa Proverbi Storie Lettere



LA VOUS DE CHASTELMANH
Redazione

P.za Caduti, 1 - 12020 Castelmagno (CN)
E-mail:
lavous_de_chastelmanh@hotmail.com